ALTO TRADIMENTO
7 Dicembre 2019
BUGIARDI DI STATO BUGIARDI DI CHIESA
18 Maggio 2020

IPOCRISIA VIRALE

 CHI VIVE E CHI MUORE NEL LAGER POST INDUSTRIALE

LogoCoronavirus, “limite d’età per terapia intensiva. Priorità a chi ha più probabilità di sopravvivenza”: l’ipotesi dei rianimatori

Coronavirus, “limite d’età per terapia intensiva. Priorità a chi ha più probabilità di sopravvivenza”: l’ipotesi dei rianimatori
La Società italiana di anestesia, analgesia, rianimazione e terapia intensiva ha diffuso un documento tecnico per “fornire un supporto agli anestesisti-rianimatori attualmente impegnati a gestire in prima linea” la maxi-emergenza in cui scrive: “Può rendersi necessario porre un limite di età all’ingresso in terapia intensiva. Non si tratta di compiere scelte meramente di valore, ma di riservare risorse che potrebbero essere scarsissime a chi ha in primis più probabilità di sopravvivenza e secondariamente a chi può avere più anni di vita salvata”.        (l’articolo completo può essere recuperato da “Il Fatto Quotidiano” del 07 marzo 2020)

Questa mattina, uscendo di casa speravo di trovare una folla di gente arrabbiata, di più, inferocita. Speravo di trovare in strada televisori buttati dalle finestre. Speravo succedesse quello che sicuramente sarebbe successo negli anni della mia gioventù, quello che avremmo sicuramente fatto noi sessantottini, se avessimo ascoltato come tutti noi abbiamo dovuto ascoltare dagli schermi delle TV:

AVETE CAPITO? AVETE CAPITO BENE? CREDO PROPRIO DI NO … LO DIMOSTRA CHE IN STRADA NON HO TROVATO NESSUNO AD URLARE, NESSUNO A DENUNCIARE.
IN STRADA C’ERA IL SOLITO GREGGE RIDENTE, CON IL TELEFONINO DI ULTIMA GENERAZIONE… UOMINI STEREOTIPATI NELL’ABBIGLIAMENTO, PANTALONE STRETTO E CORTO, CON IL PIEDE NUDO STIPATO DENTRO SCOMODE SCARPE

L’annuncio dell’avvio in sordina del prossimo “genocidio istituzionale”, non ha generato nessuna reazione nei “mass media”, sempre così pronti ad informarci di ogni banalità. Nessuna reazione dal “governo delle minoranze”, ed ancor meno ho sentito “dall’opposizione di maggioranza”. La decisione di stabilire per mezzo di un “manuale etico” su “chi vive e chi muore”, è rimasta sospesa  nell’aria di un inverno che non è inverno, all’analisi di un Popolo frastornato, stanco, impoverito ed impaurito dai mille fantasmi di una eterna crisi  della quale poco sa e niente vogliono fargli capire. Poi mi sono chiesto, d’accordo il problema esiste, decidere chi curare e chi  lasciar morire non è cosa da proporre, ma quando non c’è una possibilità alternativa che fare? Una decisione bisogna pur prenderla, un parametro a cui far riferimento bisogna pur  darselo … ed qui che nasce a mio avviso  il problema, a quale parametro o parametri riferirsi al momento di decidere chi vive e chi muore? L’età anagrafica, appare insufficiente a stabilire quanto tempo è riservato ad un sessantenne e quanto ad un settantacinquenne. L’utilità sociale del soggetto? Un novello “Leonardo da Vinci”, avrebbe sicuramente più cose da lasciarci in soli sei mesi di vita, rispetto ad un imbecille che vivesse venti anni. Ed ancora, se dobbiamo scegliere tra un uomo ed una donna in attesa? Tra un bambino di un anno ed un trentenne? Tra un Italiano e uno straniero, tra Donald Trump, ed il barbone sotto casa? Tra Travaglio e l’edicolante? 

DOV’E SEI MATTARELLA, DOVE’ IL MIO PRESIDENTE, IL GARANTE DELLA DEMOCRAZIA? PERCHE’ NON E’ QUI A RISPONDERE AI MIEI DUBBI, E’ ANCORA IN GIRO A DISTRIBUIRE MEDAGLIE CON LA SEGRE? A RICORDARE ANTICHE NEFANDEZZE A DAME AGGHINDANTE ED ANNOIATE? OPPURE E’ IN QUALCHE SCUOLA A DIRE AI BAMBINI CHE LE URLA CHE SENTONO, NON PROVENGONO DA ALTRI BIMBI CHE URLANO PER LA FAME E PER LE MALATTIE, CHE QUELLE URLA NON SONO REALI, NON ESPRIMONO DOLORE, MA CHE IN EFFETTI SI TRATTA DI UNA FICTION, UNA RECITA PREPARATA PER LORO PER FARLI RIDERE?
SIGNOR PRESIDENTE SARA’ LEI CHE DECIDERA’ SULLA ASSURDA  LOTTERIA DELLA VITA?
SIGNOR PRESIDENTE, SE  E’ COSI’ BRUCI PURE LA NOSTRA “COSTITUZIONE” ED AVVII LA LEGGE DELLA GIUNGLA.

DOV’E SIETE VOI PADRI, MADRI, NONNI, DOVE’ QUELL’ERETICO DI PAPA FRANCESCO, DOVE SONO LE ASSOCIAZIONI PER LA VITA, L’ASSOCIAZIONE CONTRO L’ABORTO, DOVE SONO QUELLI CHE CONDANNANO L’EUTANASIA, DOVE SONO I PACIFISTI, DOVE SONO I CREDENTI DI TUTTO IL MONDO?

Io sono qui per accusare tutti voi: della rete, del sistema dell’informazione, voi uomini di cultura prostituiti al denaro, voi falsi contestatori dell’attuale modello di sviluppo sociale. Sento e leggo fiumi di parole, condivido le vostre accuse rivolte al sistema criminale che riduce in schiavitù miliardi di persone, ma non vedo nessuno che dica tutta la verità, nessuno che denunci l’inganno che avvii l’improcrastinabile ribellione. Io accuso tutti voi di “vigliacca apatia”, di interessato silenzio. Voi siete quelli che preparano il terreno della prossima tragedia umana, tragedia che già ci urla dentro  con le voci dei milioni di bambini che muoiono per fame, con le orde di disperati alle frontiere.

Un milione di esuli già bussano ai confini della Grecia, ieri culla di civiltà, mentre oggi la vediamo affondare cinicamente le barche dei disperati, pur di difendere la miseria che la finanza globale gli ha lasciato a titolo di carità.
La stessa cosa faremo noi Italiani, (il primo passo lo abbiamo già fatto  pensando di poter decidere chi curare e chi no), quando ci toccheranno i nostri possedimenti. La stessa cosa faranno gli altri Stati, (come storia ci ricorda, ma purtroppo non ci insegna), anteporranno gli interessi economici alla carne dei nostri figli.

Cosa devono ancora farci perché finalmente ci rendiamo conto che stiamo superando l’orlo del baratro?
Ci parlano di Hitler, di Stalin, di Mussolini … signori quei dittatori erano agnellini al confronto dei nuovi dittatori. La tragedia che attende l’umanità è dietro l’angolo, già l’odore nauseabondo dei primi cadaveri infetta l’aria che respiriamo.
I funerali non sono ancora nelle nostre case, ma ne sentiamo a distanza le urla di dolore.
Non è sciocco ridere delle disgrazie altrui? Non è sciocco ignorare gli avvertimenti di tanti scienziati, dei filosofi, dei naturalisti, dei saggi, che da tempo ci avvertono che l’attuale modello consumistico ci porterà verso una ecatombe ecologica?

E’ da più di due anni che provo a mettere insieme un gruppo di studio capace di promuovere una nuova idea di organizzazione sociale, senza trovare nessuno che mi dia una mano. Ho costituito un Blog … spesso vi trovo post di condivisione, molti di voi ritengono l’idea giusta, ma nel frattempo mi lasciate solo …

LA FINANZA CONTROLLA E “STROZZINA” OGNI SETTORE DI PRODUZIONE DELLA RICCHEZZA REALE,
LA POLITICA E’ CONTROLLATA DALLA FINANZA GLOBALE.

L’associazione che provo a costituire: “HUMAN POLITICS WORLD”, una Politica Umana per il Mondo, si pone l’obbiettivo di promuovere la nascita, nella nostra regione “L’ABRUZZO”, di un gruppo di studio al quale affidare la redazione di un nuovo CONTRATTO SOCIALE.

L’Idea è quello di far rinascere uno dei tanti “Borghi ” abbandonati della nostra bella regione, per farlo diventare sede del gruppo di studio e laboratorio politico per la formazione di una nuova classe politica,per la promozione di: HUMAN POLITICS WORLD … una Politica Umana per il Mondo.

Alessandro Marini per: https://humanpoliticsworld.org/