QUANDO L’INFORMAZIONE DISINFORMA
21 Marzo 2019
HUMAN POLITICS WORLD – PUBBLICAZIONI
2 Aprile 2019

INTERROGHIAMOCI

La domanda che mi pongo e che vi pongo è questa: se tutte le persone del mondo, ovvero la maggioranza di esse desidera la pace, la giustizia sociale, un habitat a misura d’uomo, perché i nostri eletti non operano in tal senso?

Perché una esigua minoranza della società è riuscita ad appropriarsi del potere e lo esercita contro la volontà della stragrande maggioranza dell’umanità? Il motivo è semplice, la minoranza è coesa e si muove su un programma strategico preciso, mentre il resto dell’umanità si esprime in modo disordinato, gli eletti non sono scelti liberamente dai Popoli e non assumono impegni precisi nell’amministrazione della cosa Pubblica, la loro libertà è pressoché totale, in questa anarchia di regole si realizzano le peggiori dittature, quelle attuali.

Se chiedessimo a tutti i Popoli della terra, volete la guerra? La risposta della maggioranza sarebbe un NO secco. Se poi chiedessimo, volete che ad un gruppo ristretto di privati cittadini, venga concesso dai governi di poter operare sulla gestione del denaro, con gli evidenti vantaggi economici che si riscontrano oggi? La risposta anche in questo caso sarebbe un NO secco ed inequivocabile. Se chiedessimo se è giusto continuare con la super produzione di beni non necessari al mercato ma di esclusivo interesse delle multinazionali, anche in questo caso la risposta sarebbe un NO assoluto.  Se ancora chiedessimo a tutti i credenti della terra, di qualsiasi credo e professione, volete che i ministri del vostro credo abbiano a che fare con possedimenti terreni che non siano strettamente legati alla predicazione? Anche in questo caso sono certo che la risposta sarebbe NO.

Se i desideri dei Popoli sono diversi da quanto poi si realizza a livello governativo, è evidente che siamo in presenza di una  grave disfunzione Istituzionale, un vero è proprio tradimento dei principi democratici, realizzato in nome di una superiore necessità, ovvero sicurezza di Stato. 

Se pensate che quanto ho sopra detto è banale, vi rispondo che lo è solo nella misura in cui sarete capaci di dimostrarmi che i desideri dei Popoli sono diversi da quanto ho presupposto.

Un’altra contestazione che mi si può sollevare è che modificare lo stato delle cose, levare il potere a chi quel potere lo esercita senza un chiaro mandato, per riconsegnarlo ai veri aventi diritto è UTOPISTICO, a tale contestazione rispondo: se è stato possibile alla minoranza di imporre regole truffaldine alla maggioranza, perché non dovrebbe essere possibile alla maggioranza di imporre alla minoranza il rispetto di regole assolutamente lecite?

La realtà e che ognuno di noi vive da eremita, il mio tentativo di creare un coro attraverso l’associazione “Human Politics World”, è rimasto orfano, nessuno mi ha detto proviamoci insieme, tutto finisce in un consumo immediato di una riflessione, “mi piace”, per poi tornare a dormire con le proprie mogli/mariti, con i propri figli su cuscini imbottiti di bombe, con un ambiente degradato e con il continuo affanno economico in un mondo stracolmo di ricchezze.

Sappiamo reagire se ci rubano un Euro, ci arrabbiamo per un parcheggio, per un gol negato alla nostra squadra, ma siamo pecore con i governanti che ci rubano la vita, che negano un futuro sereno ai nostri figli.

Alessandro Marini : https://humanpoliticsworld.org/

Alla fine di ogni articolo troverete uno spazio riservato ai lettori, dove poter esprimere le proprie idee e fornire apprezzati suggerimenti.